menu

Comunicati Stampa & Varia Umanità

30.11.2017

Forum bilaterale Italia-Germania: Industria 4.0, Campania protagonista con il sistema ricerca e impresa

Si è chiuso ieri il Forum Bilaterale Italia Germania sul tema Industria 4.0 che ha visto protagonista la Campania assieme ad altre regioni italiane che hanno presentato le loro strategie di attuazione del nuovo Piano Nazionale in grado di cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale.

In rappresentanza della Giunta De Luca, ha preso parte al bilaterale l’assessore all’internazionalizzazione e innovazione Valeria Fascione che ha coordinato la presenza delle realtà campane invitate a intervenire nei panel tematici.

Il Forum Bilaterale è stata l’occasione per organizzare uno Study tour Industria 4.0 con una delegazione di imprese e centri di ricerca campani, selezionata a seguito di apposita call e accompagnata da una delegazione istituzionale. L’iniziativa - finanziata dalla Regione Campania e organizzata in collaborazione con la Camera di commercio italiana per la Germania - ha preso il via il 27 novembre ed è stata finalizzata all’approfondimento delle tematiche relative all’Industria 4.0. e al confronto con primarie realtà tedesche.

Gli operatori campani, operanti in settori strategici dell’economia campana (energie rinnovabili e Smart grids, nuovi materiali, automotive e aerospace, servizi di incubatore di imprese ecc.), hanno avuto la possibilità di confrontarsi con:

• Fraunhofer Institute, organizzazione tedesca che raccoglie circa 67 istituti di ricerca applicata, con sedi in tutto il mondo. Leader nel settore della produzione, conduce attività di ricerca e sviluppo dell’intera catena produttiva, fino al management dei processi produttivi.

• Siemens AG, multinazionale attiva in più di 200 paesi nel campo della elettrificazione, automazione e digitalizzazione, che si distingue da oltre 165 anni per eccellenza tecnologica, innovazione, qualità, affidabilità e presenza internazionale.

• EUREF CAMPUS, ex area industriale di circa 5 ettari che oggi ospita circa 100 imprese con circa 2.000 dipendenti, diventata uno dei simboli della svolta energetica della Germania per imprese interessate a energie rinnovabili, sostenibilità economica e mobilità.

La visita è continuata il giorno successivo con la partecipazione a Hub.Berlin, principale innovation conference tedesca, che riunisce 130 relatori, 2.500 partecipanti, e oltre 500 startup attorno ai temi innovazione tecnologica e trasformazione digitale.

“Industria 4.0 rappresenta allo stesso tempo una sfida e un’opportunità. Tutti i soggetti siano essi pubblici o privati devono ribaltare le logiche con cui operavano fino a poco tempo fa. La trasformazione che viene richiesta non è soltanto tecnologica. Il cambiamento che deve essere posto in campo è culturale: dai vertici delle organizzazioni, fino all’inserimento di nuove figure professionali che richiedono l’aggiornamento di percorsi formativi. La partecipazione al Forum Italia Germania ha rappresentato un’occasione importante per riflettere e confrontarsi sugli investimenti e sul rinnovamento tecnologico del tessuto sociale e produttivo. Inoltre in questo primo Forum bilaterale, abbiamo voluto rafforzare la presenza regionale con una delegazione di operatori economici perché la Germania è stata individuata tra i paesi di maggiore interesse per la nostra strategia di internazionalizzazione, in ragione del forte posizionamento tedesco sui mercati globali e dell’importante presenza di eccellenze in ambito ricerca e innovazione. Stiamo ponendo le basi per relazioni bilaterali solide anche in ambito culturale e accademico, facilitando la collaborazione tra le nostre aziende sia quelle già consolidate sia per le startup”, ha dichiarato l’assessore all’internazionalizzazione, startup e innovazione Valeria Fascione.