menu

La Siringa

di Mila Martinetti

06.07.2019

L’Alto Calore, Ciarcia e la ... “papera”

Riecco puntualissima, con l’estate, l’emergenza idrica in Irpinia: per la cronaca, tra le provincie italiane più ricche di sorgenti d’acqua. Con la medesima puntualità arriva il gioco a scaricabarile dei sindaci nei confronti dell’Alto Calore Servizi, come se non ne fossero loro gli azionisti. Normale che perda la pazienza anche uno tranquillo come l’Amministratore Unico Michelangelo Ciarcia. Che ha osservato: “Sono decenni che le reti idriche locali non vengono rinnovate. Invece di lamentarsi, i primi cittadini farebbero bene ad affrontare il problema con maggiore responsabilità”. Ciarcia ha ragione. E il vecchio adagio sulla “papera” andrebbe modificato così: “L’acqua scarseggia ma ogni sindaco ci galleggia!”.