menu

Persone

Le interviste di Franco Genzale

28.01.2019

Roberta Rossani, quando ciò che luccica è proprio... Oro

Laureata in Economia e Commercio con lode, non ebbe esitazioni, 25 anni fa, quando si trattò di scegliere tra il “sogno manageriale” delle multinazionali all’estero e l’azienda di famiglia, ossia la storica “Oreficeria Rossano” fondata ad Avellino nel 1880 dal trisavolo Giovanni, ereditata dal bisnonno Alberto, quindi dalla madre, la mitica Signora Rossana. Scelse di restare ad Avellino, non solo per continuare una nobilissima tradizione familiare, quant’ anche – forse soprattutto – per onorare le sue radici irpine. Da qui il nuovo indirizzo culturale che l’avrebbe portata a conseguire prima il diploma di Perito Gemmologico (Roma), successivamente la specializzazione in Diamanti (Anversa). Una bella storia della buona borghesia avellinese, quella che ci racconta la protagonista di questa puntata di “Persone”. Signore e Signori, conosciamo da vicino Roberta Rossani (non è refuso: Rossani con la “i” finale, il cognome del papà, il compianto architetto Enzo, un cognome solo per caso molto simile a quello della mamma – Rossano – che ha dato il marchio all’Oreficeria del Corso).