menu

Il venerdì

di Franco Genzale

02.06.2017

Se anche la “morale” grillina diventa acqua fresca

“La sindaca di Roma si dimetterà soltanto se sarà condannata”. Lo ha detto Luigi Di Maio, Vicepresidente della Camera, candidato Premier in pectore, espressione di vertice del Movimento Cinque Stelle. Una volta per i grillini bastava un avviso di garanzia e bisognava lasciare incarichi istituzionali e politica. Quando però tocca ad uno di loro fare i conti con la giustizia, ecco che la “morale” cambia e diventa acqua fresca. Ci può anche stare, ma deve valere sempre e per tutti. Le parole di Di Maio sono un esempio paradigmatico della distanza siderale tra politica virtuale e politica reale. Buona visione.